"Purtroppo quotidianamente abbiamo la conferma di quanto la norma sul reddito di cittadinanza voluta dal Movimento Cinque Stelle abbia gravi lacune. E queste sono anche le conseguenze del non aver mai voluto ottusamente accettare i correttivi proposti dalla Lega che avrebbero modificato in modo più restrittivo la misura al fine di evitarne gli abusi. Anche nel Milleproroghe chiediamo di destinare parte dei fondi ad altre tipologie di sostegno e a sgravi alle imprese. In questo caso speriamo che vengano applicate le misure più severe possibili per chi, violando la legge, si appropria di soldi destinati a chi ne ha davvero bisogno". A sottolinearlo è l'onorevole della Lega Massimiliano Capitanio nel commentare l'inchiesta  condotta dalla Guardia di Finanza di Seregno che ha permesso di scoprire un'attività che aveva evaso le tasse e al cui interno c'erano lavoratori in nero, uno dei quali titolare anche del reddito di cittadinanza