"Quanto scoperto dalla Guardia di Finanza di Seregno non è solo una vergognosa e illecita speculazione in uno dei momenti più drammatici della storia d'Italia, ma è anche  un inaccettabile insulto nei confronti di chi, invece, ha donato gratuitamente tempo, energie, risorse materiali per aiutare le nostre comunità. Oltre a pagare economicamente e penalmente per quanto fatto, spero che l'imprenditore venga condannato a un lungo periodo di volontariato in qualche struttura sociosanitaria che ha vissuto veramente l'esperienza del coronavirus"E' il commento dell'onorevole della Lega Massimiliano Capitanio dopo l'operazione della Guardia di Finanza di Seregno che ha portato al sequestro di 19mila mascherine importate dalla Cina e accompagnate da false certificazioni tecniche, oltre che alla denuncia per frode di un imprenditore brianzolo