Roma, 7 maggio 2020. "La maggioranza forse è troppo impegnata dalla regolarizzazione dei clandestini per pensare alle famiglie italiane meno abbienti. E' sconcertante che siano stati dichiarati inammissibili due emendamenti della Lega che avrebbero consentito ai nuclei meno abbienti di comprare tablet e stampanti, indispensabili per la didattica a distanza. In particolare PD e M5S hanno stoppato le proposte che avrebbero stabilizzato il bonus cultura, aumentando il fondo di 80 milioni e l'emendamento che avrebbe istituito la Carta dello studente per dare almeno 200 euro per spese digitali alle famiglie con Isee inferiore a 20.000 euro. Come al solito tante parole, ma zero fondi. Le nostre idee sono semplici ma concrete, le riproporremo nei prossimi decreti".


Lo dichiara Massimiliano Capitanio, deputato Lega e Segretario della Vigilanza Rai