Roma, 8 mag. – “Come mai il consigliere regionale umbro del PD Tommaso Bori, ha pubblicato sul suo profilo Facebook un video del servizio di "Report", diverso da quello poi andato effettivamente in onda? Nella puntata di "Report" del 13 aprile infatti è stato trasmesso un servizio, intitolato "La guerra degli infermieri", sull'emergenza Coronavirus in Umbria. Servizio diverso da quello postato da Bori. Come è possibile? Al PD era stata chiesta l'approvazione preventiva? Che attendibilità e qualità può avere la trasmissione Report se accadono simili fatti? La Lega ha presentato un’interrogazione per capire se Bori sia entrato in possesso del servizio nella versione uncut contenente la sua dichiarazione che poi invece non è andata in onda. Non vorremmo che il servizio realmente trasmesso da Report sia stato realizzato sulla base di segnalazioni o richieste unilaterali avanzate da esponenti politici regionali di opposizione. Convocheremo il direttore di Rete per fornire spiegazioni: per un fatto così grave non è sufficiente rispondere a una interrogazione”.

Lo dichiarano i deputati della Lega firmatari dell’interrogazione Massimiliano Capitanio Segretario della Vigilanza Rai e Virginio Caparvi.