Roma, 14 mag. - "Il Presidente di Agcom, Marcello Cardani, non ha saputo o voluto rispondere alle nostre domande sui reali motivi che hanno indotto l'autorità a sanzionare la Rai per presunta mancanza di pluralismo. Abbiamo provato che Agcom si è accanita politicamente contro il Tg2 senza ottenere una replica alla nostra confutazione delle accuse. Il presidente ha tenuto un atteggiamento imbarazzante, bollando le domande della Vigilanza come 'questioni di bottega'. Non solo. Il Tar del Lazio ha sospeso la sanzione e, alla nostra domanda sul perché Agcom non avesse depositato la documentazione a supporto del provvedimento, ci è stato risposto che il materiale era stato smarrito nel tragitto verso il Tar. C'è bisogno di commentare?".
Così Massimiliano Capitanio, deputato Lega e Segretario della Vigilanza Rai.