Milano, 16 maggio 2020. "Per l'ennesima volta il Tg1 ha infangato la sanità lombarda e anche la memoria dei tanti medici e infermieri morti in trincea. Nel servizio di questa sera il Tg di Rocco Casalino ha ricordato il dramma vissuto negli ospedali della Regione più efficiente d'Italia, dando spazio al grido di dolore dei medici costretti spesso a lavorare 'a mani nude'. Peccato che il giornalista e il direttore si siano volutamente dimenticati di evidenziare, come ribadito dai giuristi della Corte Costituzionale, che la competenza statale diventa esclusiva quando si è in materia di profilassi internazionale, come avviene nel caso di una pandemia. Se qualcuno ha lasciato soli i medici, questo qualcuno è il premier Conte, spalleggiato da PD, M5S e IV. Parliamo dello stesso Governo che ha inviato 3,7 milioni di inutili tamponi alle regioni (alla Lombardia meno del 10%!) perché non provvisti di reagenti".

Lo dichiara Massimiliano Capitanio, deputato Lega e Segretario della Vigilanza Rai