"Su Asfalti Brianza il Comune non deve essere lasciato solo e ciascuno deve fare la sua parte. Per questo ho presentato una interrogazione al Ministro dell'ambiente e della tutela del territorio e del mare  per dare ulteriore risonanza alla questione e soprattutto coinvolgere il Governo per la parte di competenza".

Lo rimarca l'onorevole della Lega Massimiliano Capitanio nell'annunciare l'interrogazione presentata alla Camera dei Deputati. Interrogazione in cui, oltre a ripercorrere  la storia degli ultimi mesi, tra miasmi sempre più insopportabili, effetti sulla salute dei cittadini, vertici in Prefettura con i vari soggetti in campo e proteste, ha lanciato l'allarme per il prossimo futuro.

"E' verosimile prevedere che, senza interventi risolutori e con le temperature di questi giorni, i disagi ed i malori non potranno che aggravarsi e concorrere ad esasperare ulteriormente la popolazione locale: tutti i livelli istituzionali dovranno lavorare coesi per garantire il quieto vivere dei residenti". Da qui la domanda se "il Ministro intenda interessarsi dei gravi disagi che la ditta Asfalti Brianza arreca a danno degli abitanti del Comune di Concorezzo e delle zone circostanti l’insediamento produttivo e quali provvedimenti urgenti intenda assumere pergarantire la salute ed il quieto vivere della cittadinanza, disponendo, eventualmente,apposite ispezioni da parte dell’Ispra e del Noe".