Tlc, Lega: "Patto segreto con la Cina, il Governo chiarisca"

Roma, 21 agosto 2020 - "Se esiste un patto segreto con la Cina per svendere i nostri dati e la nostra sicurezza il Governo deve chiarire in Parlamento. Come rivela oggi La Verità, PD e M5S hanno volutamente secretato i contenuti di un Dpcm del 7 agosto con cui si autorizzano i cinesi di Huawei a mettere le mani sulle nostre reti tlc, alla faccia del Golden power. Da una parte Conte ha bloccato la firma tra Tim e gli americani di Kkr, dall'altra Di Maio prepara la calata del ministro degli esteri cinesi in Italia a settembre.
Evidentemente PD e M5S hanno deciso di stare fuori dalla Nato, e ovviamente noi faremo di tutto per smascherare questo piano suicida.
Che a questo governo la democrazia non piacesse lo avevamo capito da tempo, ma che con un dpcm si vincolasse l’intero paese a soggiacere al volere dell’imperatore Xi e ad abbandonare le democrazie europee e atlantiche è un fatto troppo grave per essere taciuto.
Si tratta di temi troppo importanti per costituire (solo) oggetto di un decreto: non è accettabile che il nostro Paese venga svenduto al miglior offerente.
Siamo certi di un pronto intervento del Copasir"

Lo dichiarano i deputati leghisti Massimiliano Capitanio, Segretario della Vigilanza Rai e membro della Commissione Trasporti, Poste e Tlc e Giulio Centemero, capogruppo in Commissione Finanze, Alessandro Morelli, responsabile Editoria e innovazione tecnologica, annunciando una interrogazione alla Camera