Rete unica: "Su nostri emendamenti volute falsità"

Roma, 16 dic - "Sugli emendamenti della Lega, e in particolare su quello che vorrebbe delegare ai governatori alcuni poteri sul piano per la banda ultra larga, stanno circolando delle palesi falsità, fatte ad arte per creare confusione. Sarebbe sufficiente leggere il testo per capire che le finalità sono due: smuovere insieme alle regioni un progetto centralista in ritardo di tre anni e utilizzare anche la tecnologia fwa per portare connessioni internet veloci laddove oggi si viaggia a 5 mega. Non esiste una versione emendata da noi, perché il regolamento tra l'altro non lo consente, non esiste una bozza e soprattutto la Lega non ha mai chiesto di sbloccare i pagamenti di Infratel verso Open Fiber. Questa è una partita in mano al Governo e sarà la maggioranza a doverla sbrogliare. Il nostro emendamento è stato depositato il 28 novembre presso la V Commissione bilancio della Camera dei Deputati ed oggi è in attesa di essere votato. Una norma di semplificazione e federalismo digitale".

Lo dichiara Massimiliano Capitanio, deputato Lega in Commissione Tlc e Segretario della Vigilanza Rai