Tv Pirata: Capitanio (Lega), GdF agisce, politica resta ferma

Roma, 18 dic - "Grazie al Comando provinciale della Guardia di Finanza di Milano è stato assestato un altro duro colpo alla criminalità organizzata che gestisce il business delle tv pirata. Il fatto che agli apparecchi illegali fossero collegate oltre 50mila persone dà il senso non solo dell'enormità del fenomeno, ma anche della superficialità con cui i cittadini aderiscono a queste proposte truffaldine. Non è ancora ben chiaro che gli utenti rischiano dai 6 mesi ai 3 anni di reclusione e una multa da 2.500 a 25.800 euro. Mentre la Finanza lavora, la politica purtroppo è ferma: la proposta di legge della Lega sui temi dell'antipirateria e del diritto d'autore sta aspettando da due mesi l'incardinamento in VII Commissione. Non c'è più tempo da perdere".

Lo dichiara Massimiliano Capitanio, deputato Lega e segretario della Vigilanza Rai.