Conte, Capitanio (Lega): "Su digitalizzazione umilia l'intelligenza e la memoria degli italiani".

Roma, 18 gen - "E' dal settembre del 2019, quando ottenne la fiducia alla Camera per il suo secondo mandato, che il premier Conte parla a vanvera di smart nation, promettendo di 'far volare l'Italia con la digitalizzazione'. Ad oggi abbiamo, per stessa ammissione dei suoi ministri, 40.000 scuole senza connessione veloce a internet, la mancata modernizzazione della PA ci costa 25 miliardi ogni anno, la rete unica delle tlc promessa ad agosto si è rivelata l'ennesima balla spaziale e se non fosse stato per la Lega avremmo ancora l'obbligo di usare le stampanti ad aghi nei Comuni. Oggi, promettendo per l'ennesima volta la digitalizzazione del Paese, Conte umilia l'intelligenza e la memoria degli italiani. Nell'indice Desi siamo ai livelli di Grecia, Bulgaria e Romania: la smetta di ingannare gli italiani".