PNRR, Lega: "Contro digital divide servono fondi, semplificazione e più poteri alle regioni"

Roma, 24 mar "Nel parere sul PNRR votato oggi in Commissione Trasporti la maggioranza ha condiviso alcune priorità della Lega, fondamentali per superare il digital divide. La novità più importante è la possibilità data al Governo di nominare i governatori come commissari digitali per accelerare il cablaggio del Paese e portare finalmente la connessione ultraveloce in tutte le case degli italiani. Una proposta supportata anche dalla recente relazione dell'AGCM al Governo in merito alla legge sulla concorrenza dove si invita a 'introdurre una disciplina del potere sostitutivo in caso di inerzia dell'amministrazione interessata'. Perché il PNRR sia davvero il veicolo per la transizione digitale e la modernizzazione serve un intervento infrastrutturale forte con un fondo torri che consenta di connettere aree montane, marittime e piccoli borghi. La formazione digitale deve interessare subito insegnanti e pubblica amministrazione, dove cybersicurezza e blockchain dovranno trasformarsi da annunci in realtà. Non meno importante il sostegno allo sviluppo del 5G come base per politiche di sviluppo e sostenibilità. La digitalizzazione del Paese è facilmente misurabile: scuole connesse, sostegno alle imprese innovative, sburocratizzazione e dematerializzazione della PA saranno la cartina di tornasole della concretezza del Piano di ripresa".

Lo dichiarano Elena Maccanti e Massimiliano Capitanio, capogruppo e deputato Lega in Commissione Trasporti, Poste e Tlc