Partita del cuore, Capitanio (Lega): "Dalla Rai inaccettabile schiaffo a tradizione e solidarietà"

Roma, 20 mag - "E' sempre più difficile riconoscersi in una tv di Stato che prende a schiaffi la propria storia e una delle più coinvolgenti manifestazioni di solidarietà. Aver rinunciato alla trasmissione della Partita del cuore, regalandola alla concorrenza, è l'ennesimo segnale preoccupante di un servizio pubblico schiavo dell'ideologia, lontano dalle proprie radici, incapace di conservare il ruolo di focolare domestico. E' intollerabile il menefreghismo con cui RaiUno ha gestito i rapporti con la Nazionale cantanti proprio nel trentesimo anniversario di un evento che aveva preso il volo anche grazie all'impegno di Fabrizio Frizzi. La Lega presenterà una interrogazione in Vigilanza Rai per fare chiarezza. A fronte dei tanti soldi sprecati per dare visibilità a soubrette e giornalisti militanti, l'azienda rimedi a questo pasticcio e ritorni a trasmettere un evento che rappresenta un inno allo sport e alla solidarietà".

Lo dichiara Massimiliano Capitanio, capogruppo Lega in Vigilanza Rai