Pirateria audiovisiva, Capitanio (Lega): "Finalmente il Parlamento pronto per una norma ad hoc"

Roma 27 mag - "Finalmente il Parlamento è pronto per una norma contro la pirateria audiovisiva, fenomeno che porta illegalmente, ogni anno, oltre un miliardo di euro nelle tasche della criminalità organizzata. Oggi, con la seduta congiunta della IX e VII della Camera, ha preso il via l'iter del progetto di legge che metterà in campo strumenti concreti per contrastare le iptv illegali, per combattere fenomeni come il camcording ma anche per una rivoluzione culturale che renda consapevoli gli utenti del fatto che utilizzare apparecchi come il 'pezzotto' è un reato. Un progetto di legge atteso da troppo tempo dal mondo del cinema, dello spettacolo e dello sport, duramente colpiti dalla criminalità organizzata. Non era più possibile attendere: solo di recente, con l'operazione Black Out, la Polizia aveva oscurato 1.500.000 di utenti con abbonamenti illegali che rischiano multe da 2.500 fino a 25.800 euro e pene comprese tra 6 mesi e 3 anni di reclusione. L'auspicio è che l'iter possa essere il più spedito possibile".

Lo dichiara Massimiliano Capitanio, deputato Lega, primo firmatario di uno dei tre progetti di legge abbinati e relatore del provvedimento