Tribunale Monza, Capitanio (Lega): “Bene intervento del Governo, ma non basta”

Roma, 30 nov – “L’impegno del Governo c’è, ma la situazione del Tribunale di Monza resta grave. Il fatto che il sesto tribunale d’Italia sia ad oggi senza presidente e con un quinto dei giudici vacante è allarmante. Le carenze del personale impattano sull’equità e sulla velocità della giustizia, come dimostrano gli 8 mesi necessari per la prima udienza in un procedimento di sfratto. La Provincia di Monza e Brianza è al 4° posto per ricchezza e consumi ma solo al 58° per giustizia e sicurezza: se si ferma la giustizia, si fermano prima di tutto il diritto, ma purtroppo anche l’economia e il lavoro. Continueremo a vigilare sulla situazione del nostro tribunale, a partire dalla destinazione dei fondi legati al PNRR che sono stati quasi decimati per la parte che spettava al nostro capoluogo. L’interrogazione di oggi è un atto dovuto nei confronti dei milioni di italiani che hanno firmato per i referendum sulla giustizia e anche degli oltre 50.000 italiani che vivono il dramma dell’occupazione abusiva dei loro alloggi”.

Lo dichiara Massimiliano Capitanio, deputato Lega e capogruppo in Vigilanza Rai