Rdc: Lega, “Nuove truffe a Monza, così non funziona"

Roma, 2 dic - “Ancora truffe per ottenere il Rdc: a Monza le Forze dell'Ordine hanno scoperto nuovi casi di persone che ingannavano il fisco per ottenere il sussidio. Oltraggioso il fatto che anche la moglie di un dipendente dell'INPS appartenesse al gruppo dei ‘furbetti’. La settimana scorsa, in Brianza, erano stati denunciati 65 percettori per una presunta frode da 350mila euro. Il sussidio così non funziona. La Lega continua a battersi affinché i fondi statali siano utilizzati in primis per disabili e caregiver, oltre che per emergenze come il caro bollette, mentre il M5S chiede di abbassare il requisito di residenza per stranieri da 10 a 5 anni. Pazzesco!”.

Lo dichiarano i parlamentari monzesi della Lega Massimiliano Capitanio, Andrea Crippa, Paolo Grimoldi ed Emanuele Pellegrini.