Scuole connesse, Capitanio e Bordonali (Lega): "Bene modello Lombardia"

Brescia, 1 mar - "Oggi abbiamo avuto un positivo confronto con la società Intred che sta realizzando, per conto di Infratel, il Progetto scuola connessa in Lombardia. L'aver coinvolto, oltre agli storici operatori telefonici, anche realtà locali come questa importante azienda bresciana rappresenta un modello da seguire con attenzione. Gestire e sviluppare le infrastrutture digitali non solo a livello centrale può portare un valore aggiunto in termine di efficienza e di sviluppo del territorio, anche in termini di opportunità lavorative per i più giovani. La politica farà il possibile non solo per snellire la burocrazia, ma anche per far comprendere al meglio le grandissime potenzialità in termini di posti di lavoro che questo comparto può offrire fin da subito. Alle imprese chiediamo lo sforzo di rispettare le scadenze del bando, perché le nostre scuole hanno bisogno di connessioni ultraveloci".

Lo dichiarano i deputati Lega Massimiliano Capitanio e Simona Bordonali che, questa mattina, hanno incontrato, insieme all'assessore regionale Massimo Sertori e ai vertici di Infratel Italia, i dirigenti e i lavoratori in Intred.

Il Piano Scuola Connessa interessa 4028 plessi in Lombardia. Al momento sono stati connessi 1154 edifici, con l'obiettivo di arrivare a 1780 entro la fine di aprile.